Quando l’ansia diventa intollerabile

Quando l'ansia diventa intollerabile

A differenza di quello che si potrebbe pensare, l’ansia colpisce persone di ogni età ed è un disagio abbastanza diffuso. Spesso si presenta sotto forma di timore e preoccupazione per qualcosa che potrebbe succedere o della quale non si ha comunque il pieno controllo. L’ansia potrebbe inoltre diventare intollerabile, ovvero raggiungere dei livelli tali da compromettere il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Ansia lieve e grave

A tutti capita di provare ansia e questo non deve destare allarmismi. Si pensi, ad esempio, al caso dello studente che prova ansia per l’imminente esame. Nella vita di ogni giorno gli eventi che destano preoccupazioni sono tanti ed è abbastanza normale provare paura visto che non si conoscono le possibili conseguenze. Colloqui di lavoro ed esami medici, sono altre circostanze in cui l’ansia può colpire anche i soggetti più sicuri ed equilibrati.

Insomma, l’ansia fa parte a pieno titolo della nostra vita e quando compaiono i sinonimi è bene riconoscerli, in maniera da riportare la condizione fisica e mentale a livelli di normalità.

Come si fa a capire quando l’ansia prende il sopravvento? In linea generale è bene prestare attenzione ai seguenti segnali:

  • eccessiva angoscia che impedisce di trovare la soluzione al problema;
  • rimuginare continuamente sulle difficoltà;
  • restare impassibili perché si teme di fallire.

In buona sostanza non c’è nulla di sbagliato nel provare ansia per l’esame, ma la questione necessita di maggiore approfondimento nel momento in cui lo studente alla fine decide di non affrontare la prova per la troppa irrequietezza o tensione.

Ulteriori campanelli d’allarme da non trascurare sono:

  • agitazione costante;
  • sensazione di pericolo imminente;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • respirazione accelerata;
  • debolezza;
  • stanchezza;
  • difficoltà a mantenere la concentrazione;
  • problemi gastrointestinali;
  • tremori
  • sudorazione

Cosa trattare efficacemente l’ansia

Riconosciuti i sintomi dell’ansia non resta che trovare il sistema più adatto per superare il disagio, perché diversamente non sarebbe possibile vivere una vita serena e appagante. L’ansia, infatti, porta le persone che ne sono colpite ad evitare tutte quelle situazioni che generano paura, con il serio rischio di condurre al completo isolamento.

Se si avvertono i sintomi dell’ansia si può eseguire online un test ansia anonimo e gratuito, grazie al quale avere un’idea più chiara sulla propria condizione. Questo test, infatti, si compone di vari quesiti che consentono di classificare il disturbo come lieve, moderato o grave.

In situazioni di ansia passeggera in genere vengono consigliati dei rimedi naturali, nonché esercizi mirati e ansiolitici che possono essere acquistati senza dover esibire la ricetta medica. Nelle ipotesi di ansia severa, con sintomi fortemente debilitanti, tali da condizionare la vita e che spesso portano alla depressione, la cura sarà predisposta ad hoc e richiede il supporto medico. Spesso verranno prescritti ansiolitici da assumere sempre sotto il controllo di uno specialista.

Altre cose da sapere sull’ansia

I pazienti che sono costretti a combattere con l’ansia tante volte soffrono anche di attacchi di panico, del tutto inaspettati e anche abbastanza ricorrenti. Non bisogna quindi trascurare certe manifestazioni, come nausea, vertigini o palpitazioni cardiache.

Il test su questo disturbo si rivela un valido supporto per comprendere cosa sta succedendo, quindi allo scopo di ottenere in maniera rapida una valutazione sul proprio stato ansioso. Le domande alle quali rispondere sono in totale 20 e sono le stesse che vengono utilizzate in ambito clinico. I quesiti prendono inoltre in considerazione non solo i disagi psicologici, ma anche quelli fisici che vengono avvertiti dal paziente.

La misurazione avviene rispettando la privacy e in tempi rapidi. In ogni caso i risultati sono molto attendibili e diventano il punto di partenza per adottare tutte le misure del caso.