Procedura per il rinnovo della patente per i cardiopatici

Procedura per il rinnovo della patente per i cardiopatici

Grazie alle moderne scoperte scientifiche e all’attività di ricercatori e medici competenti, oggi è possibile vivere una vita normale convivendolo con patologie anche gravi. È questo il caso dei malati cardiopatici, che, con medicinali ed operazioni, riescono spesso a tornare alla loro quotidianità. Far questo implica anche l’indipendenza negli spostamenti e, se non si vive in grandi città con un sistema di mezzi di trasporto ben organizzato, è certamente necessario poter guidare la propria autovettura. Come può un cardiopatico ottenere però il rinnovo della sua patente di guida?

È possibile farlo avendo delle accortezze ed informandosi anche attraverso il web, rinnovopatenteonline.it. Vedremo ora brevemente cosa è necessario avere per ottenere il rinnovo della patente di guida.

Limiti nella possibilità di rinnovo della patente di guida

Le nuove leggi sul rinnovo patente stabiliscono che le patologie gravi nel disturbo del ritmo o l’Angina Pectoris non consentano il conseguimento del certificato di idoneità alla guida. Però è possibile che venga concesso previo un parere di un medico autorizzato e con eventuali controlli medico regolari, in quanto queste patologie possono provocare un’improvvisa menomazione delle funzioni cerebrali causando un pericolo per la sicurezza stradale.

Quindi tutti i titolari di patente di guida affetti da problematiche cardiovascolari dovrebbero recarsi dal proprio cardiologo di fiducia per farsi redigere un certificato da portare alla commissione giudicatrice per il rinnovo. Queste malattie possono talvolta istituire una restrizione soltanto temporanea alla guida.

Esami necessari per il rinnovo della patente di guida per cardiopatici

Se si desidera ottenere il consenso per il rinnovo della patente sarà necessario fornire alla commissione giudicatrice alcuni esami eseguiti in periodi recenti. È necessario, in primo luogo, un elettrocardiogramma effettuato presso un centro pubblico, convenzionato o privato con relativa relazione redatta da un cardiologo.

In caso di un paziente affetto da una cardiopatia con necessità di applicazione di un pace-maker, sarà necessario portare in sede di visita presso la commissione giudicatrice locale anche la fotocopia del tesserino di portatore di pacemaker. Coloro che, invece, sono portatori di defibrillatori interni, sarà richiesta anche la relazione dell’attività del dispositivo dal momento dell’impianto dello stesso alla data di rilascio della relazione.

Chi soffre di aneurisma aortico addominale ha bisogno di effettuare anche un’ecografia addominale completa da sottoporre alla commissione. Infine, in caso di sindrome delle apnee notturne, il paziente dovrà produrre una relazione redatta dal centro di riferimento che attesti l’efficienza del trattamento usato al momento. Una volta acquisita tutta la documentazione necessaria per la richiesta del rinnovo della patente di guida, sarà necessario poi prendere un appuntamento con la commissione medica locale. Tutte le relazioni in merito al proprio stato di salute saranno analizzate dai medici competenti che valuteranno l’idoneità del candidato. Qualora i medici lo ritengano necessario, potranno richiedere altra documentazione clinica per valutare l’effettiva idoneità.

Quindi, qualora soffriate di malattie cardiovascolari e intendete rinnovare la vostra patente di guida a breve, sarà importante muoversi per tempo per poter avere tutta la documentazione necessaria per tempo. Affidarsi al proprio medico di fiducia per chiedere se effettivamente si è idonei è fondamentale per non farsi trovare impreparati di fronte alla commissione competente. Sarà poi necessario prendere un appuntamento per il rinnovo presso la sede locale, ciò potrebbe significare attendere del tempo in quanto la lista dei candidati nelle grandi città è lunga.