Paura di parlare in pubblico? Ecco i migliori consigli per superarla!

Paura di parlare in pubblico Ecco i migliori consigli per superarla!

Parlare in pubblico è per molti una vera e propria preoccupazione. Non tutti hanno quella nonchalance di incantare l’uditorio. Basti pensare ad esempio che oltre il 70% tra manager, diplomatici, politici e altre figure istituzionali, se potessero, farebbero tranquillamente a meno di prendere parte in prima persona a conferenze, dibattiti, convention, ecc. Si parla in questi casi di glossofobia. Di cosa si tratta?

Glossofobia, la paura di parlare in pubblico

Avere un carattere introverso, essere terrorizzati dal giudizio altrui, apparire impacciati nel mostrarsi al pubblico sono i tratti distintivi della glossofobia. Bocca asciutta, sudore, balbettio, difficoltà nel respirare, braccia e gambe tremule, vampate di calore, giramenti di testa e tensione muscolare sono alcuni dei sintomi più ricorrenti tra chi ha paura di parlare dinanzi a una platea. Non certamente un bel biglietto da visita, poco prima di un momento importante.

Come fare a vincere la paura di parlare in pubblico?

Non tutti nascono con il talento di saper parlare in pubblico. In pochi possono essere considerati “animali da palcoscenico“. Superare la paura di parlare in pubblico si può. Si tratta di acquisire un’abilità, talvolta migliorando da soli, altre volte lavorando anche con un coach personale, come Massimiliano Cavallo.

Ecco pertanto alcuni accorgimenti per superare la glossofobia.

1. Esercitarsi a voce alta dinanzi a uno specchio

Non tutti nascono abili comunicatori. Per tenere alta la soglia dell’attenzione della platea, può essere utile fare esercizio dinanzi a uno specchio. Una conversazione a voce alta con se stessi fa stare meglio e trasmette più fiducia nel superare le barriere e nell’affrontare nuove sfide avvincenti.

2. Registrarsi in video e rivedere la propria performance aiuta

Se fare bella figura dinanzi a chi ascolta è uno degli obiettivi prefissati, tutto passa dalla cura dei dettagli. Filmarsi e rivedere la propria prestazione, in genere, si dimostra di grane utilità, perché si acquisisce fiducia e si comprende passo dopo passo dove migliorare.

3. Concentrazione sul respiro

Prima di iniziare a parlare è il caso di fare ampi respiri e di iniziare a contare fino a 5, al fine di permettere all’ossigeno di affluire al cervello. Focalizzarsi sulla respirazione, secondo numerose ricerche, aiuta a scacciare i cattivi pensieri e a liberare la mente. Ciò che ci vuole per avere più consapevolezza del proprio talento. Fare questo lavoro preliminare contribuirà a rendere la voce più alta e conferirà maggiore sicurezza.

4. Attenzione alla comunicazione non verbale

Seguendo un corso di comunicazione efficace a Roma, uno dei primi accorgimenti che viene dato per superare la fobia di parlare in pubblico è quello di prestare attenzione al linguaggio del corpo. Segni tipici della comunicazione non verbale come la voce tremante, l’aumento dei battiti del cuore, le mani sudate, il non sapere da dove iniziale sono pensieri dannosi che ostruiscono la strada verso un ottimo risultato, alla portata di tutti. Occorre sostituire i pensieri negativi con idee positive. Rimuovere dal proprio lessico parole come “nessuno“, “niente“, “non“, “mai” è il primo passo.

5. Parlare lentamente piace a chi ascolta

In genere, parlare lentamente, scandendo le parole aiuta i destinatari a comprendere meglio i contenuti comunicati. Si appare pacati e calmi. All’opposto, parlare troppo velocemente non aiuta. Chi ascolta vede di parla come uno ansioso.

Conclusioni

Grazie a questi consigli, indicati da molti coach ed esperti nella materia del public speaking, la paura di parlare in pubblico può essere superata. Il discorso perfetto non esiste. L’importante è apparire naturali, sciolti e credere nell’importanza dell’esercizio preparatorio. L’esito positivo di un discorso dinanzi a una platea, spesso, dipende anche dal lavoro di preparazione precedente. Il più delle volte, se non si ha un’abilità innata nel parlare in pubblico, presentarsi senza essersi esercitati può rappresentare un problema. Investire sulla propria persona e avere voglia di migliorare è il primo passo per dominare la glossofobia.